IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Dottrina del 607 a.E.V.: tutto FALSO!!!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sammy3

avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 22.02.08
Età : 38

MessaggioTitolo: Dottrina del 607 a.E.V.: tutto FALSO!!!   Lun Feb 25, 2008 5:24 pm

Lo studioso biblico Russel, fondatore della Società Torre di Guardia (1879), profetizzò, partendo dal 1799 come inizio degli ultimi giorni, l'inizio del Regno di Cristo per il 1914 (parousia).

Dato che quella fu anche la data della prima guerra mondiale e non avendo il paradiso in terra affermò che la data era comunque giusta perchè non si faceva riferimento alla venuta o al ritorno visibile di Cristo ma all'nizio del "tempo della fine" e quindi l'inizio della "presenza invisibile" in cielo di Cristo.

Si noti come la TNM traduca sempre il termine "Parousia" con presenza mentre il significato principale di questo termine è "essere presso", "essere vicino", infatti tutte le traduzioni bibliche scientficamente accurate traducono con "venuta" o "ritorno" per evidenzaire il fatto che è qualcosa che si sta avvicinando e non che è già presente.

Ma da dove partì la convinzione che il "tempo della fine" dovesse proprio coincidere con il 1914?
Questo studioso si basò sulla convinzione che Gerusalemme secondo i suoi calcoli fu distrutta nel 607 a.C..
Possiamo trovare diverse affermazioni fatte dalla Società Torre di Guardia nelle quali viene citata più volte questa data, come ad es.:
"Il Babilonese Nabucodonosor distrusse Gerusalemme e ilsuo tempio nel 607 a.E.V. e portò prigionieri a Babilonia i superstiti" La Torre di Guardia 1/9/1983, p.18.
"Desolazione e restaurazione. Il 9 tammuz del 607 a.E.V. venne aperta una braccia nelle mura della città. Un mese dopo, il 10 ab Nebuzaradan, inviato di Nabucodonosor, entrò nella città vinta e cominciò a demolirla, incendiando il tempio e altri edifici e abbattendo le mura. Il re e gran parte della popolazione furono esiliati in Babilonia e i tesori di Gerusalemme furono portati via come bottino" - Perspicacia, p. 1053, voce "Gerusalemme".
"In 2 Re Capitolo 25, in 2 Cronache capitolo 36 e in Geremia capitolo 39 la Bibbia parla della distruzione di Gerusalemme nel 607 a.E.V., dicendo che l'esercito di Nabucodornosor diede alle fiamme la città" La Torre di Guardia del 15/6/1997, pp.11, 12.
"Secondo la Bibbia la devastazione di Babilonia avvenne nel 607 a.E.V." La Torre di Guardia del 15/11/2002, p. 5.
Ma quando fu veramente distrutta Gerusalemme e cosa ne pensano in realtà gli storici?
Da tutti i libri, le inciclopedie, gli atlanti o i manuali di storia avremmo da tutte queste fonti la medesima risposta:
Gerusalemme fu distrutta nel 586/587 a.C., si ha un'oscillazione di un anno a causa della difficoltà di far combaciare il calendario antico con quello moderno e quindi a volte è difficile da convertire con assoluta precisione.
Ecco alcuni testi sui quali si può verificare:
G: RICCIOTTI, Storia d'Israele, Torino, Vol. I, 1964, p. 492
G. RAVASI, Antico Testamento, Milano, 2002, pp. 266, 267.
H. HERRMANN, Storia d'Israele, Brescia, 1977, p. 378.
G. FILORAMO (a cura di), Storia delle religioni, Bari, vol. II, 1995
Enciclopedia della Bibbia, Torino, SEI, vol, III, p. 819

Oltre alle tesi già postate ci si può far aiutare anche dalla matematica con qualche semplice calcolo si può dimostrare l'infondatezza della data 607 a.E.V., usando date che la stessa Watch Tower accetta.
Esistono, infatti, migliaia di documenti che permettono di stabilire che dal terzo anno di regno di Nabucodonosor fino al primo anno di Dario I trascorsero 81 anni e quindi 83 anni dividono il primo anno di Nabucodonosor dal primo anno di Dario.
Anche la stessa Società Torre di Guardia sostiene che il primo anno di Dario corrisponde al 521 a.C. (Cfr. Perspicacia, p. 651) e quindi il primo anno di Nabucodonosor corrisponde al 604 a.C. (521+83=604) e quindi la data 607 a.C. non può essere corretta.
Infatti Nabucodonosor avrebbe dovuto distruggere Gerusalemme tre anni prima di ascendere al trono dal momento che la Bibbia afferma che quella distruzione si verificò durante il suo diciottesimo anno di regno (Geremia 52:29).
Invece come viene insegnato in tutti i libri di storia e approvato da tutti gli storici il 18° anno del regno di Nabucodonosor fu il 587 a.C. (604-18=587/586).

A questo punto potremmo prendere in esame le date assolute che la Watch Tower accetta della quale fa parte il 539 a.C. come anno della caduta di Babilonia, data anche da loro evidenziata come certa e fidata.
Tuttavia, gli stessi storici che sostengono che Babilonia venne catturata da Ciro nell'ottobre del 539 a.C., affermano che nel 605 a.C. Nabucodonosor sconfisse gli egiziani e tornò poi a Babilonia per assumere il potere regale.
Se Gerusalemme venne distrutta nel 18° anno del regno di Nabucodonosor, questo sifnifica che la distruzione della città avvenne, secondo gli sotrici, nel 587, ancora a conferma che la data 607 a.C, è totalmente errata.
La Società Torre di Guardia di fronte a simili ragionamenti sostiene comunque che la data del 607 a.E.V. non è alla base dei loro ragionamenti ma che questa data sia solo uan conseguenza alla quale si arriva basandosi sui "70 anni di desolazione".
Infatti senza creare contrasto tra storia e Bibbia e senza nessun motivo di invalidare la cronologia è possibile accettare sia la data 586/587a.C, (NON 607 a.C.!!!!) per la caduta di Gerusalemme, sia i "70 anni di desolazione".

Nonostante tutto la Watch Tower ha sempre insistito sulla data 607 a.C. e non riuscendo a trovare storici che potessero convalidare la sua teoria ecco che sente la necessità di creare qualche "autorità" che sostenga le sue erronee opinioni.
Ecco che prende posto in prima persona il fisico Robert R. Newton, autore del libro "The Crime of Claudius Ptolemy" che viene citato nella Torre di Guardia del 1/6/1978, p. 30, sotto il titolo "Tolomeo Claudio: un impostore?".... la rivista diceva:

"Quanto è accurata la cronologia dell'antico Impero Babilonese attualmente accettata? Per molti anni i cronologi hanno preso molto seriamente l'elenco dei re compilato da Tolomeo Claudio, studioso greco del secondo secolom considerato spesso il piu' grande astronomo del'antichità.
Tuttavia, nel suo nuovo libro "The Crime of Claudius Ptolemy", il noto fisico Robert R. Newton dell'Università Johm Hopkins presenta la prova che Tolomeo "inventò di proposito" molte osservazioni astronomiche per dimostrare certe teorie da lui formulate, "onde poter asserire che le osservazioni convalidavano le sue teorie".
La rivista "Scientific Americam", nei suoi commenti sul libro di Newtonm osserva:In tale falsificazione Tolomeo può essere giunto a invetare la durata del regno dei re babilonesi. Dato chela moderna ricostruzione della cronologia babilonese è stata basata in gran parte su una lista di re di cui Tolomeo si servì per precisare le date di presunte osservazioni babilonesi, secondo Newton "tutta la cronologia di una certa importanza deve ora essere riesaminata senza piu' riporre alcuna fiducia nella lista tolemaica [dei re]" ottobre 1977, pag. 80.
Queste scoperte illustrano come non ci sia da fidarsi della storia e dei calcoli cronologici secolari quando contrastano con la Bibbia. A differenza degli storici secolari, gli scrittori della bibbia non avevano nulla da guadagnare presentando i fatto sotto falsa luce. Inostr, ciò che scrissero divenne parte di "tutta la Scrittura" che "è ispirata da Dio" - 2 Tim. 3:16"

Nel marzo del 1979 però la stessa rivista Scientific Americam parlando del libro di Newton diceva che "storici ed astronomi hanno studiato il libro [di Newton] e parecchi hanno concluso che l'accusa di frode rivolta a Tolomeo è infondata" concludeva dicendo "Il processo di Newton contro Tolomeo crolla perchè esso si basa su una imperfetta analisi statistica e sull'inosservanza dei metodi dell'antica astronomia"... ma naturalmente la Società Torre di Guardia si "dimenticò" di citare questo fatto!

Nella prefazione del libro, il fisico ringrazia la persona che ha collaborato con lui fornendogli alcuni chiarimenti circa il rapporto esistente tra la cronologia e l'Astronomia... ma chi era questa collaboratore? Questa fonte di informazioni cosi' preziose? Un testimone di Geova!
Ecco che così si spiegano i "punti di vista" del fisico Newton e il suo astio nei confronti di Tolomeo!
In conclusione ciò che scriveva non era tutta farina del suo sacco... ma ancora una volta la farina del sacco della Watch Tower.

E' vero che "gli scrittori della Bibbia non avevano nulla da guadagnare presentando i fatti sotto falsa luce" ma questo ancora una volta non si può dire del modo in cui si è comportata la Società Torre di Guardia!
Ancora oggi infatti la Società non ha mai pubblicato nessuna rettifica e le opinioni di Newton vengono ancora oggi ritenute valide dai Testimoni di Geova.

In conclusione, al di là della facile strategia utlizzata da Russel per giustificare il fallimento della profezia affermando che Cristo è già presente ma in modo "invisibile" (infatti come si può dimostrare il contrario??), possiamo affermare che se non fosse per la necessità di giustificare una cronologia errata che porta al 1914, anche WTS, come tutti avrebbe accettato la data storicamente accertata del 587.
Tutta la cronologia biblicia del Geovismo quindi è storicamente infondata e pertanto priva a priori di attendibilità ma è solo questione di tempo e vi sarà certamente, anche su questo punto qualche "nuovo intendimento" (=correzione dell'errore commesso)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://lucesulleombre.forumattivo.com
Dario Piraino
Admin


Messaggi : 533
Data d'iscrizione : 24.02.08
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Dottrina del 607 a.E.V.: tutto FALSO!!!   Dom Giu 14, 2009 10:39 pm

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Dottrina del 607 a.E.V.: tutto FALSO!!!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Se carico poi come lo scarico? Rimane tutto in giacenza?
» Sensazione di pesantezza sovrapubica, 'falso' stimolo a urinare (bruciore similcistite), dolore o VULVODINIA.INFO
» Erasmus: tutto cio' ke sapete
» prima o poi tutto finirà...
» HO PAURA DI SBAGLIARE TUTTO NELLA MIA VITA.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Sezione dottrinale :: Dottrina Testimoni di Geova-
Andare verso: