IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Il piccolo gregge e le altre pecore

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Il dimissionario
Admin


Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 07.03.08

MessaggioTitolo: Il piccolo gregge e le altre pecore   Ven Lug 16, 2010 10:18 am

In rete ho trovato questo interessante trattato. Lo lascio alla vostra lettura:

E' dottrina peculiare della WTS che "il piccolo gregge" di cui parla Gesù rappresenti i 144000 unti che dovranno andare in cielo a governare con Cristo per 1000 anni (non mi soffermerò sull'insegnamento palesemente errato di considerare letterali due numeri simbolici, 144000 e 1000 appartenenti al genere apocalittico, anche se ci sarebbe da dire) mentre le "altre pecore" corrispondano a tutto il resto dei cristiani che vivranno sulla terra.
Questa dottrina è antibliblica ed è solamente pura malata fantasia.
Nel NT non si legge da nessuna parte di una doppia speranza (terrena e celeste) e quando si parla di "terra" come in Matteo 5:5 ci si riferisce alla "terra promessa" che è stata destinata a tutti i beati, che, corrisponde al Regno dei Cieli.
La differenza che esiste tra "piccolo gregge" e "altre pecore" è semplicemente sulla nazionalità da cui tali pecore provengono. Il messaggio cristiano infatti, in origine, era destinato ai Giudei, tant'è che Cristo evitava di andare a predicare ai pagani gentili perchè doveva occuparsi della "casa di Israele".
Gli Israeliti però furono talmente sordi alla predicazione di Gesù che egli profeticamente dovette dire che i pagani avrebbero seduto alla mensa di Abraamo, Isacco e Giacobbe al posto stesso dei Giudei, gli originali destinatari della promessa.
Matteo 8:11,12:
"11 E io vi dico che molti verranno da Oriente e da Occidente e si metteranno a tavola con Abraamo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, 12 ma i figli del regno saranno gettati nelle tenebre di fuori. Là ci sarà pianto e stridor di denti»."

I "figli del Regno" sono gli Israeliti mentre coloro che vengono da Occidente e da oriente sono i Gentili. In sostanza Gesù stava dicendo che la nazione di Israele, per quanto riguarda il suo patto di Redenzione dell'umanità, sarebbe stata scartata per far posto agli Stranieri ossia ai Gentili.
Ciò avvenne quando Pietro, l'apostolo a cui vennero date le Chiavi del Regno, iniziò a predicare ai Gentili con la conversione di Cornelio, il centurione romano, e in seguito continuò soprattutto con l'apostolo Paolo, il missionario dei Gentili.

Tutti questi aspetti fanno ben capire a chi si riferiva Cristo quando disse:

Giovanni 10:16

"Ho anche altre pecore, che non sono di quest'ovile; anche quelle devo raccogliere ed esse ascolteranno la mia voce, e vi sarà un solo gregge, un solo pastore."

Queste altre pecore sono i Gentili. Essi infatti vennero coinvolti nella predicazione cristiana e si unirono al "piccolo gregge" tant'è che la scrittura stessa di Giovanni arriva a dire "e vi sarà un solo gregge, un solo pastore" il che scardina completamente l'ideologia WTS visto che per loro "piccolo gregge" e "altre pecore" non sono un solo gregge, ma rimangono due greggi separati: uno per la speranza celeste e l'altro per la speranza terrena.

Qualche TdG, opponendosi alla Bibbia e alla sua chiara spiegazione, ha avuto la sfrontatezza di dire che l'applicazione di "piccolo gregge" agli Ebrei e di "altre pecore" ai Gentili è sbagliata perchè in Galati 3:27-29 è scritto:

"27 Infatti voi tutti che siete stati battezzati in Cristo vi siete rivestiti di Cristo. 28 Non c'è qui né Giudeo né Greco; non c'è né schiavo né libero; non c'è né maschio né femmina; perché voi tutti siete uno in Cristo Gesù. 29 Se siete di Cristo, siete dunque discendenza d'Abraamo, eredi secondo la promessa."

Infatti, siccome per i TdG "la promessa" (la promessa del Regno dei Cieli) è solo per il "piccolo gregge" allora l'indicazione di Paolo di non distinguere fra Giudeo e Greco (ossia fra Giudeo e Gentile in sostanza) indica che il "piccolo gregge" non poteva riferirsi ai soli Israeliti.
Dov'è l'errore di questo ragionamento? Nel non considerare che sempre in Giovanni 10:16 Gesù disse che "piccolo gregge" e "altre pecore" sarebbero state "un solo gregge", senza alcuna distinzione. E' chiaro perciò che Paolo in Galati parla di quest'unico gregge unificato che eredita tutto la promessa e in cui quindi nion ha più senso fare distinzione. Ma prima che tale gregge fosse unificato il "piccolo gregge" appunto rappresentava gli Ebrei a cui originariamente si rivolgeva la promessa di Cristo e le "altre pecore" i Gentili a cui tale promessa è stata estesa come ci insegna Matteo 8:11,12 che abbiamo già analizzato.

La tesi della WTS quindi è priva di fondamento e contrasta completamente contro l'insegnamento della Sacra Scrittura.

Un'ultimo aspetto, prima di concludere.
In Matteo 8:11,12 si dice che i Gentili avrebbero seduto insieme ad Abraamo, Isacco e Giacobbe per "mangiare insieme" nel regno dei cieli. Ora, la teologia della WTS insegna che Abraamo, Isacco e Giacobbe, essendo morti prima del sacrificio di riscatto di Gesù saranno resuscitati qui sulla Terra. Peccato che la Bibbia invece faccia capire in Matteo che i tre patriarchi d'Israele invece sono nel Regno dei Cieli e attendono i Gentili per sedere insieme a loro alla "mensa".

Buona giornata a tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Il piccolo gregge e le altre pecore
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» GRANDE , MEDIO E PICCOLO
» altre sindromi da alterazione globale dello sviluppo psicologico
» Piccolo sfogo con oggetto Galvanica
» Filastrocche e altre idee didattiche per: giorni, mesi, stagioni
» SCHEDE DIDATTICHE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Sezione dottrinale :: Dottrina Testimoni di Geova-
Andare verso: